Google+ RAKU
background

il-raku-tecniche

Image 1 title

type your text for first image here

Image 1 title

Le discipline plastiche

dalla mente alle mani, la materia esprime le sensazioni

Le discipline plastiche

Le discipline plastiche

creare dal tuo talento

Le discipline plastiche

La tecnica, l'esperienza

puoi imparare, puoi creare

La tecnica, l'esperienza

 

 

CORSI RAKU

 

 

I Corsi comprendono l'apprendimento delle seguenti tecniche:

RAKU AMERICANO
Con questo termine si intende il raku occidentale, quello che è stato elaborato in america, dove predominano il claquelè, gli effetti
metallici e i turchesi. Questa tecnica di cottura consiste nell' estrarre i pezzi incandescenti dal forno e nel farli raffreddare in ambiente privo di ossigeno (riduzione).

Il processo di trasformazione del colore può essere "fermato" immergendo i pezzi in acqua fredda.

RAKU NUDO
La superficie del pezzo viene sensibilizzata da particolari craquelè traslucidi. La particolarità di questa tecnica è quella di non dover rivestire il pezzo con gli smalti.

RAKU DOLCE
Terre che si comportano come smalti... Si sforna a temperatura più bassa rispetto al raku tradizionale... decisamente "dolce".Gli impasti con i quali si foggiano i pezzi, diversamente dal raku americano, possono non essere chamottate e quindi molto più resistenti...
Tra il 1°sec. a. C. e il 2° d.C., fiorì nel mondo romano una particolare produzione vascolare, denominata "Terra sigillata aretina", termine che si riferisce ad un tipo di ceramica fine da mensa, caratterizzata da inconfondibili prerogative: l'argilla, assai depurata e ricoperta da una bellissima "vernice" corallo, superficie spesso decorata a rilievo con rappresentazioni di grande maestria artigiana e presenza di cartigli con i nomi degli artefici, detti appunto "Sigilla", veri e propri marchi di fabbrica ante litteram.

Il maggior centro di questa produzione fu Arezzo, dove decine di botteghe realizzarono grandissime quantità di manufatti.
Il termine "Terra sigillata" oggi si usa per definire una ceramica verniciata con ingobbi vetrificanti.

Questi particolari rivestimenti si ottengono separando la parte argillosa e più grossolana da quella fine e fortemente fusibile ed appartengono alla cultura ceramica mediterranea oggi si sono legati con una affascinante arte orientale, la ceramica "Raku", grazie
all'escursione termica propria di questa tecnica, le superfici trattate cavillano e il fumo prodotto dal contatto con la segatura si anneriscono disegnando craquelle ben definiti.


RAKU GIAPPONESE

Con questo aggettivo intendo un raku che si discost a da quello americano e si avvicina al raku originario nato in giappone.
La particolarità di questa tecnica è quella di perm ettere la cottura in riduzione anche in forno elettrico mantenendo invariati gli effetti
metallici e la fusibilità degli smalti e consentendo di utilizzare tutti i tipi di impasti: porcellana, terraglia, argilla da tornio oltre naturalmente tutti gli impasti chamottati.

 

CORSO CERAMICA

CORSO PORCELLANA E GRES

CORSO SCULTURA E PITTURA